Archivi tag: omeopatia in spagna

Preservata la dignità scientifica dell’omeopatia

WomanshoppingHomeopathy

Verso la fine del 2018, il governo spagnolo ha chiesto alla Commissione europea di modificare le leggi sull’omeopatia. Come sistema di medicina, esso non appartiene al paradigma convenzionale, quindi le complessità che circondano il suo meccanismo d’azione dei principi che lo governano sono aperti alle critiche, basate generalmente sulla mancanza di comprensione, sulla conoscenza limitata e sulla mancanza di comprensione dell’effettivo base di prove e approccio non materialistico. Secondo El Pais, l’argomentazione avanzata è che l’omeopatia è una “pseudo-terapia” e dovrebbe quindi essere bandita dai centri sanitari e dalle università. “Il governo ritiene che, oltre a non funzionare, le terapie influenzino negativamente la salute perpetuando malattie, causando altri o addirittura aumentando il rischio di morte. Secondo il governo spagnolo, lo fanno incoraggiando una persona a sostituire o ritardare l’assunzione di farmaci convenzionali di comprovata sicurezza ed efficacia, il che riduce l’efficacia di questi trattamenti (convenzionali). “(Barcellona, ​​novembre 2018)

Un progetto denominato “Piano di protezione sanitaria contro le pseudo-terapie” (Barcellona, ​​novembre 2018) ha proposto quattro linee di azione, tutte essenzialmente richiedenti che la medicina complementare si sottoponga allo stesso esame in termini di evidenza scientifica come medicina convenzionale. Sembrano ignorare le migliaia di studi scientifici che supportano l’uso dell’omeopatia. (https://www.hri-research.org/) La seguente dichiarazione, citata in La Vanguardia dal ministro spagnolo della Salute Maria Luisa Carcedo: “L’omeopatia è una terapia alternativa che non ha dimostrato alcuna prova scientifica che funzioni” è semplicemente sbagliato e fuorviante, alla luce della letteratura e delle prove citate qui.

Il piano arriva due mesi dopo che 400 scienziati spagnoli hanno firmato una lettera aperta che chiedeva un’azione contro la pseudo-scienza, in seguito alla morte di un malato di cancro che ha rifiutato la medicina tradizionale. Sembra che il paziente si sia rammaricato di non seguire il tradizionale corso di trattamento sotto forma di chemioterapia, tuttavia, a mio parere, è sicuramente giusto che, dati tutti i fatti su entrambi i lati dell’argomento, abbia il diritto di scegliere ciò che è giusto per loro. La voce del paziente deve essere ascoltata. La chemioterapia e altri trattamenti convenzionali vengono con una serie di effetti collaterali, alcuni dei quali sono potenzialmente in pericolo di vita in sé stessi.

Il medico danese Peter C. Gøtzsche afferma:

I nostri farmaci da prescrizione sono la terza principale causa di morte dopo le malattie cardiache e il cancro negli Stati Uniti e in Europa. Circa la metà di coloro che muoiono ha preso correttamente i farmaci; l’altra metà muore a causa di errori, come una dose troppo alta o l’uso di un farmaco nonostante le controindicazioni. Le nostre agenzie farmaceutiche non sono particolarmente utili, poiché si basano su correzioni false, che sono una lunga lista di avvertenze, precauzioni e controindicazioni per ciascun farmaco, anche se sanno che nessun dottore può padroneggiarle tutte. Le principali ragioni delle numerose morti per droga sono la regolamentazione impotente delle droghe, la criminalità diffusa che include la corruzione delle prove scientifiche sulle droghe e la corruzione dei medici, e le bugie nel marketing delle droghe, che è dannoso quanto il marketing del tabacco e, pertanto, dovrebbe essere vietato. Dovremmo assumere molti meno farmaci e i pazienti dovrebbero studiare attentamente i foglietti illustrativi dei farmaci prescritti dai medici e fonti di informazioni indipendenti su farmaci come le revisioni Cochrane, che renderanno più facile per loro dire “no grazie”. (Gøtzsche PC: 2014)

Recentemente ho scritto un articolo intitolato “Libertà di scelta, equilibrio in medicina”. (Https://hpathy.com/homeopathy-papers/freedom-of-choice-balance-in-medicine/) All’epoca era specificamente diretto verso situazioni analoghe in Australia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito, dove, nonostante la scelta e l’opinione pubblica, gli organi direttivi si sforzavano di negare la libertà di scelta nell’assistenza sanitaria. Ora sembra che la Spagna abbia percepito lo stesso tipo di diritto chiedendo all’UE di modificare i suoi regolamenti in materia di medicina omeopatica, fortunatamente, in questo caso, il buonsenso e l’integrità hanno vinto. Mi piacerebbe condividere con voi un sentimento da quell’articolo qui:

“Parte della ragione per cui si trova la situazione attuale è la” falsa rappresentazione “a cui si fa riferimento. Le vere statistiche, i fatti e il successo mondiale dell’omeopatia sono raramente rivelati. C’è sempre un tema per gli assalti, e raramente è l’intera storia raccontata elencando i molti casi in cui si è verificata una guarigione notevole. È quasi sempre una versione soggettiva, limitata, manipolata per adattarsi all’agenda del giornalista, derivante principalmente dalla loro spiccata incapacità di comprendere i principi omeopatici. Dire che non ci sono prove sull’efficacia dell’omeopatia è semplicemente non vero ed è grossolanamente fuorviante. Molte prove sono state fatte dimostrando esiti positivi ed è importante per il pubblico rendersi conto che sono state pubblicate molte ricerche omeopatiche significative (https://www.hri-research.org/) e molte altre sono in corso in altre organizzazioni. Gli studi, (RCT e altro) sono Gli studi (RCT e altro) sono spesso citati, sebbene invariabilmente sommersi dalla bomba dell’ignoranza, tipica della mentalità limitata degli scettici e dei detrattori, che non comprendono i diversi paradigmi medici e le conseguenti complessità. ‘( https://hpathy.com/homeopathy-papers/freedom-of-choice-balance-in-medicine/)

Quindi, in definitiva, Bruxelles ha respinto la richiesta spagnola di modificare la legge sull’omeopatia:

La Commissione europea non cambierà la direttiva sull’uso dei prodotti omeopatici nell’Unione. Il governo spagnolo ha chiesto di modificare il testo che regola questa terapia – le cui proprietà non sono approvate scientificamente – durante un incontro informale tenutosi a settembre a Vienna, considerando il regolamento in vigore “un rischio per la salute dei cittadini”. Bruxelles non condivide questa opinione e ha riferito che non rientra nei suoi piani di modifica. L’attuale quadro trova un equilibrio tra la garanzia della qualità e della sicurezza e l’informazione dei consumatori, compresi gli operatori sanitari “, ha dichiarato il commissario per la Salute Vytenis Andriukaitis. alle domande del deputato socialista José Blanco. “(Spain’s News.com/Society: 2018)

L’attuale situazione in Spagna rimane turbolenta ed è in corso; tuttavia, ritengo sia significativo che venga riportata la posizione presa a Bruxelles. Speriamo che questa piccola, anche se significativa decisione, sia la svolta di una marea, a nostro favore, in definitiva consentendo la libertà di scelta in ambito sanitario, supportata da migliaia di prove basate su prove e pazienti soddisfatti.

https://magicpillsmovie.com/brussels-rejects-spanish-request/?fbclid=IwAR0TyfYUI4zcVlRqeMIT-zwSbzW4deb5WLSnONpeo3kSQcpDhM2BSR1sXlc

References: 

Annunci