Archivi tag: Omeopatia

Visita al Podere Bianchi Galli – Domenica, 31 Maggio 2020

podere2
Cari allievi, Domenica 31 Maggio 2020, è in programma una visita al Podere Bianchi Galli sulle colline parmensi. La visita fa parte del programma didattico del Corso SIOV tenuto dal Dr. Pietro Venezia.
Quest’anno vogliamo aprirlo anche a tutti gli ex allievi.
Chi fosse interessato può scrive una email alla segreteria SIOV segreteria.siov@gmail.com
La giornata è gratuita.
La partenza è prevista per le 8,30-9 dalla sede della Scuola SIOV.
Per motivi organizzativi vi chiedo di inviare la vostra partecipazione prima possibile.
Presentazione delle attività del Podere Bianchi Galli:
Ci presentiamo, siamo Gabriele e Deborah da sempre amanti della natura e dell’outdoors, abbiamo deciso di intraprendere questa avventura dopo aver passato l’estate 2016 in un alpeggio: lì la mancanza di elettricità, acqua calda e copertura telefonica si sono rivelati, anzi che un problema, uno spunto per un cambio di vita a cui pensavamo già da molto tempo. Per noi stessi e per i nostri cani. Determinati ad approfondire ancora di più tematiche come benessere e conoscenza animale, biodiversità, ecosostenibilità, allevamento e coltivazione di razze e specie autoctone e rustiche, abbiamo dato vita al Podere, seguendo un solo mantra: il totale rispetto della natura.
La nostra Azienda Agricola è situata nel cuore della Valceno e il nostro primo dogma è l’integrazione con l’ambiente in cui viviamo: alleviamo al pascolo razze autoctone o comunque selezionate per la loro rusticità (pecore Ciuta, Suffolk e Cornigliesi, Asini Romagnoli e galline ruspanti che ci regalano ogni giorno le loro preziose uova).
I nostri cani da conduzione ci aiutano giornalmente nel gestire il bestiame durante gli spostamenti fra i pascoli, mentre quelli da guardia attuano un sistema di difesa “attiva” nei confronti dei predatori naturali come il lupo.
Desideriamo che l’integrazione dell’uomo e degli animali domestici che lo accompagnano generi ricchezza nella diversità per l’ambiente stesso: attraverso il pascolamento le pecore tengono sotto controllo le piante infestanti, di cui mangiano foglie e germogli, mantengono pulite zone marginali ai boschi attuando così una funzione di tutela paesaggistica e di prevenzione da dissesti idrogeologici in modo assolutamente ecocompatibile.
All’interno del Podere abbiamo progettato anche una piccola pensione per i cani in bioedilizia: appartamenti con giardino privato, una casa fuori da casa per i cani che non possono seguire sempre i propri umani. Durante il loro soggiorno sono garantite le passeggiate, il gioco e benessere a tutto tondo
Una relazione sana con gli animali e la terra, lo svolgimento di una serie di attività che portano uomo e natura a interagire fra loro per ‘produrre’ qualcosa non solo di fisico (frutta, verdura e ortaggi, carne) ma anche di esperienziale (attività cinofile) è il nostro modo di essere umani del futuro. Vogliamo essere la casa “lontano da casa” per chi, come noi, ama la natura e gli animali ed è cosciente che per prendere bisogna prima di tutto saper dare.
______________________________
Il Podere dei Bianchi Galli
t +39 3283361114
info@ilpoderedeibianchigalli.it
www.ilpoderedeibianchigalli.it

Il manifesto per l’omeopatia

Manifesto del Comitato europeo per l’omeopatia ( ECH ) e la Federazione europea delle associazioni di pazienti omeopatici ( EFHPA )

Healthier Europe with Homeopathy

Omeopatia: una soluzione per i grandi problemi sanitari nell’UE

  • Aiuta a ridurre la necessità di antibiotici nella cura della salute umana e veterinaria, riducendo in tal modo il problema della resistenza antimicrobica [i] [ii]
  • Aumenta la qualità della vita e riduce la gravità delle denunce nei pazienti con malattia cronica, se integrato nella sanità [iii] [iv] [v] [vi] [vii] [viii]
  • Può ridurre l’uso di farmaci da prescrizione convenzionali a lungo termine, se integrato nella sanità [ix]

Omeopatia: sicura e conveniente con una soddisfazione elevata del paziente

  • Può portare a ridurre i costi di assistenza sanitaria, se integrato nella sanità, [x] [xi] [xii] ,
  • È sicuro, con soddisfazione alta del paziente [xiii] [xiv] [xv] [xvi]
  • I pazienti che utilizzano l’omeopatia hanno risultati migliori rispetto agli utenti di trattamento convenzionale, con costi simili [xvii]
  • Qualità, sicurezza e corretta etichettatura dei prodotti omeopatici è garantita dalla direttiva 2001/83 CE

 consumatori dell’UE si aspettano e richiedono l’omeopatia come parte della loro assistenza sanitaria

  • Segnalato come la medicina complementare medico più utilizzato in Europa [xviii]
  • Tre su quattro cittadini europei conoscono l’omeopatia e fuori di loro utilizzo 29% per il loro giorno per giorno l’assistenza sanitaria [xix]

 Scientifico  la prova del più alto calibro conferma l’efficacia clinica di medicina omeopatica

Ci sono prove convincenti di efficacia biologica della medicina omeopatica

  • Prova scientifica inconfutabile è stato pubblicato sugli effetti positivi dei prodotti omeopatici in laboratorio [XXVII] [xxviii]

Riferimenti

[i] Grimaldi-Bensouda L, Begaud B, Rossignol M, et al. Gestione delle infezioni del tratto respiratorio superiore di diverse pratiche mediche, tra cui l’omeopatia, e il consumo di antibiotici e cure primarie: lo studio di coorte EPI3 in Francia 2007-2008. PLoS One. 19 marzo 2014; 9 (3): e89990

[Ii]

Camerlink Io, Ellinger L, Bakker EJ, Lantinga EA. Omeopatia come sostituzione di antibiotici nel caso di Escherichia coli diarrea nei maialini neonatale. Omeopatia. 2010 Jan; 99 (1): 57-62

[Iii]

Witt CM, Lüdtke R, Baur R, Willich SN. pratica medica omeopatica: risultati a lungo termine di uno studio di coorte con 3981 pazienti. BMC Public Health 2005; 5: 115

[Iv]

Spence DS, Thompson EA, Barron SJ. Il trattamento omeopatico per la malattia cronica: a 6 anni, universitaria-ospedaliera ambulatoriale studio osservazionale. J Altern Complement Med 2005; 11: 793-798

[V]

Mathie RT, Robinson TW. Risultati da prescrizione omeopatica nella pratica medica: uno studio prospettico, studio pilota sulla ricerca mirata,. Omeopatia 2006; 95: 199-205

[Vi]

Thompson EA, Mathie RT, Baitson ES, et al. Verso impostazione standard per i risultati riferiti dai pazienti negli ospedali omeopatici NHS. Omeopatia 2008; 97: 114-121

[Vii]

Witt CM, Lüdtke R, N Mengler, Willich SN. Come sani sono malati cronici, dopo otto anni di trattamento omeopatico -I risultati di uno studio osservazionale a lungo termine BMC Public Health 2008; 8: 413

[Viii]

Rossi E, Endrizzi C, Panozzo MA, Bianchi A, Da Fre M. Omeopatia nel sistema sanitario pubblico: uno studio osservazionale di sette anni presso l’ospedale di Lucca (Italia). Omeopatia 2009; 98: 142-148

[Ix]

Grimaldi-Bensouda L, L Abenhaim, Massol J, et al. gruppo EPI3-LA-SER. pratica medica omeopatica per l’ansia e la depressione nelle cure primarie: lo studio di coorte EPI3. BMC Complemento Altern Med. 4 maggio 2016; 16: 125

[X]

Kooreman P, Baars EW. I pazienti il ​​cui GP sa complementare medicina tendono ad avere minori costi e vivere più a lungo. Eur J Salute Econ. 2012 Dec; 13 (6): 769-76

[Xi]

Baars EW, Kooreman P. A 6 anni di valutazione economica comparativa dei costi sanitari e dei tassi di mortalità dei pazienti olandesi medici convenzionali e CAM. BMJ Apri. 27 agosto 2014; 4 (8): e005332

[Xii]

Colas A, Danno K, Tabar C, Ehreth J, impatto Duru G. economica della pratica omeopatica in medicina generale in Francia. Salute Econ Rev. 2015; 5 (1): 55

[Xiii]

Van Wassenhoven M, Galen Y. Uno studio osservazionale dei pazienti che ricevono trattamento omeopatico. Omeopatia 2004 Jan; 93 (1): 3-11

[Xiv]

Marian F, Joost K, Saini KD, von Ammon K, Thurneysen A, Busato soddisfazione A. paziente e gli effetti collaterali di cure primarie: Uno studio osservazionale confronto tra omeopatia e medicina convenzionale. BMC Complemento Altern Med. 2008 Sep 18; 08:52

[Xv]

Witt C, T Keil, Selim D, et al. Esito ei costi di strategie di trattamento omeopatici e convenzionali: uno studio di coorte di confronto in pazienti con disturbi cronici. Complemento Ther Med . 2005; 13 (2): 79-86

[Xvi]

Marian F, Joost K, Saini KD, von Ammon K, Thurneysen A, Busato soddisfazione A. paziente e gli effetti collaterali di cure primarie: Uno studio osservazionale confronto tra omeopatia e medicina convenzionale. BMC Complemento Altern Med. 2008 Sep 18; 08:52

[Xvii]

Bornhöft G, U lupo, von Ammon K, M Righetti, Maxion-Bergemann S, S Baumgartner, Thurneysen AE, Matthiessen PF. Efficacia, sicurezza e costo-efficacia dell’omeopatia in medicina generale – riassunto della tecnologia sanitaria assessment.Forsch Komplementmed. 2006; 13 Suppl 2: 19-29. Epub 2006 Giugno 26. recensione

[Xviii]

Eardley S, Bishop FL, Prescott P, Cardini F, Brinkhaus B, Santos K Ͳ Rey, Vas J, K von Ammon, Hegyi G, Dragan S, Uehleke B, Fønnebø V, uso Lewith G. CAM in Europa. I pazienti perspective.Part I: Una revisione sistematica della letteratura di CAM prevalenza nella UE. 2012. online recuperate 19-11-2019. https://cam-europe.eu/wp-content/uploads/2018/09/CAMbrella-WP4-part_1final.pdf

[Xix]

Relazione della Commissione europea, 1997. online recuperate 15-12-2019 via https://www.hri-research.org/resources/essentialevidence/use-of-homeopathy-across-the-world/

[Xx]

Linde K, Clausius N, Ramirez G, Melchart D, F Eitel, Hedges LV, Jonas WB. Sono gli effetti clinici dell’omeopatia effetti placebo? Una meta-analisi di studi controllati con placebo. Lancetta. 20 settembre 1997; 350 (9081): 834-4.

[Xxi]

Cucherat M, Haugh MC, Gooch M, Boissel JP.Evidence di efficacia clinica dell’omeopatia. Una meta-analisi di studi clinici. HMRAG. Omeopatici Gruppo consultivo per la ricerca. Eur J Clin Pharmacol. 2000 Aprile; 56 (1): 27-33

[Xxii]

Hahn RG. Omeopatia: meta-analisi di dati clinici in pool. Forsch Komplementmed. 2013; 20 (5): 376-81

[Xxiii]

Mathie RT, Van Wassenhoven M, Jacobs J et al. la validità del modello e il rischio di bias in studi randomizzati controllati con placebo del trattamento omeopatico individualizzato. Complemento Ther Med. 2016 Aprile; 25: 120-5

[Xxiv]

Mathie RT, Lloyd, SM, Legg, LA, Clausen J, Moss S, Davidson JR, Ford: studi randomizzati e controllati con placebo del trattamento omeopatico individualizzato: revisione sistematica e una meta-analisi. Syst Rev 2014 dic 6; 3: 142

[Xxv]

Mathie RT, Clausen J. veterinaria Omeopatia: revisione sistematica di condizioni mediche studiati da studi randomizzati, controllati con placebo. Vet Rec. 18 ottobre 2014; 175 (15): 373-81.

[Xxvi]

Mathie RT, l’omeopatia Clausen J. veterinaria: meta-analisi di studi randomizzati controllati con placebo. Omeopatia. 2015 Jan; 104 (1): 3-8.

[Xxvii]

Tournier A, Klein SD, Würtenberger S, U Lupo, Baumgartner S. fisico-chimiche Le indagini dei preparati omeopatici: Una revisione sistematica e bibliometrica Analysis-Parte 2. J Altern Complement Med. 2019 10 luglio

[Xxviii]

[xxviii] Witt CM, Bluth M, Albrecht H, Weisshuhn TE, Baumgartner S, Willich SN. Le prove in vitro per un effetto di grande potenze-a omeopatiche revisione sistematica della letteratura. Complemento. Ther Med. 2007 Giugno; 15 (2): 128-38

Omeopatia su Pandora TV

pandora
Andrà in onda l’ultimo congresso mondiale di omeopatia.
“Da stasera sulla TV Web Pandora TV (https://www.pandoratv.it) andrà in onda la prima puntata della serie di video registrati durante il 74° Congresso Mondiale LMHI che si è svolto a Sorrento nel settembre scorso.
Si potranno vedere (o rivedere) i video del concerto inaugurale “Note di Omeopatia”, gli interventi del prof. Francesco Negro, Frtjof Capra, Katharina Gaertner, Robbert Van Haselen, Michael Frass, Elio Rossi, Dario Spinedi, Rachel Roberts, Alexander Tournier, Vittorio Elia e altri relatori di fama internazionale, oltre a importanti momenti di scambio culturale e politico dei rappresentanti istituzionali della LMHI.
Le puntate andranno in onda ogni lunedì per 7 settimane.
Sarà possibile vederle in diretta oppure in differita nell’archivio del sito o su YouTube.”
Prima puntata:
https://www.youtube.com/watch?time_continue=9&v=G5xsNRrlDvM&feature=emb_logo
https://www.pandoratv.it

Preservata la dignità scientifica dell’omeopatia

WomanshoppingHomeopathy

Verso la fine del 2018, il governo spagnolo ha chiesto alla Commissione europea di modificare le leggi sull’omeopatia. Come sistema di medicina, esso non appartiene al paradigma convenzionale, quindi le complessità che circondano il suo meccanismo d’azione dei principi che lo governano sono aperti alle critiche, basate generalmente sulla mancanza di comprensione, sulla conoscenza limitata e sulla mancanza di comprensione dell’effettivo base di prove e approccio non materialistico. Secondo El Pais, l’argomentazione avanzata è che l’omeopatia è una “pseudo-terapia” e dovrebbe quindi essere bandita dai centri sanitari e dalle università. “Il governo ritiene che, oltre a non funzionare, le terapie influenzino negativamente la salute perpetuando malattie, causando altri o addirittura aumentando il rischio di morte. Secondo il governo spagnolo, lo fanno incoraggiando una persona a sostituire o ritardare l’assunzione di farmaci convenzionali di comprovata sicurezza ed efficacia, il che riduce l’efficacia di questi trattamenti (convenzionali). “(Barcellona, ​​novembre 2018)

Un progetto denominato “Piano di protezione sanitaria contro le pseudo-terapie” (Barcellona, ​​novembre 2018) ha proposto quattro linee di azione, tutte essenzialmente richiedenti che la medicina complementare si sottoponga allo stesso esame in termini di evidenza scientifica come medicina convenzionale. Sembrano ignorare le migliaia di studi scientifici che supportano l’uso dell’omeopatia. (https://www.hri-research.org/) La seguente dichiarazione, citata in La Vanguardia dal ministro spagnolo della Salute Maria Luisa Carcedo: “L’omeopatia è una terapia alternativa che non ha dimostrato alcuna prova scientifica che funzioni” è semplicemente sbagliato e fuorviante, alla luce della letteratura e delle prove citate qui.

Il piano arriva due mesi dopo che 400 scienziati spagnoli hanno firmato una lettera aperta che chiedeva un’azione contro la pseudo-scienza, in seguito alla morte di un malato di cancro che ha rifiutato la medicina tradizionale. Sembra che il paziente si sia rammaricato di non seguire il tradizionale corso di trattamento sotto forma di chemioterapia, tuttavia, a mio parere, è sicuramente giusto che, dati tutti i fatti su entrambi i lati dell’argomento, abbia il diritto di scegliere ciò che è giusto per loro. La voce del paziente deve essere ascoltata. La chemioterapia e altri trattamenti convenzionali vengono con una serie di effetti collaterali, alcuni dei quali sono potenzialmente in pericolo di vita in sé stessi.

Il medico danese Peter C. Gøtzsche afferma:

I nostri farmaci da prescrizione sono la terza principale causa di morte dopo le malattie cardiache e il cancro negli Stati Uniti e in Europa. Circa la metà di coloro che muoiono ha preso correttamente i farmaci; l’altra metà muore a causa di errori, come una dose troppo alta o l’uso di un farmaco nonostante le controindicazioni. Le nostre agenzie farmaceutiche non sono particolarmente utili, poiché si basano su correzioni false, che sono una lunga lista di avvertenze, precauzioni e controindicazioni per ciascun farmaco, anche se sanno che nessun dottore può padroneggiarle tutte. Le principali ragioni delle numerose morti per droga sono la regolamentazione impotente delle droghe, la criminalità diffusa che include la corruzione delle prove scientifiche sulle droghe e la corruzione dei medici, e le bugie nel marketing delle droghe, che è dannoso quanto il marketing del tabacco e, pertanto, dovrebbe essere vietato. Dovremmo assumere molti meno farmaci e i pazienti dovrebbero studiare attentamente i foglietti illustrativi dei farmaci prescritti dai medici e fonti di informazioni indipendenti su farmaci come le revisioni Cochrane, che renderanno più facile per loro dire “no grazie”. (Gøtzsche PC: 2014)

Recentemente ho scritto un articolo intitolato “Libertà di scelta, equilibrio in medicina”. (Https://hpathy.com/homeopathy-papers/freedom-of-choice-balance-in-medicine/) All’epoca era specificamente diretto verso situazioni analoghe in Australia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito, dove, nonostante la scelta e l’opinione pubblica, gli organi direttivi si sforzavano di negare la libertà di scelta nell’assistenza sanitaria. Ora sembra che la Spagna abbia percepito lo stesso tipo di diritto chiedendo all’UE di modificare i suoi regolamenti in materia di medicina omeopatica, fortunatamente, in questo caso, il buonsenso e l’integrità hanno vinto. Mi piacerebbe condividere con voi un sentimento da quell’articolo qui:

“Parte della ragione per cui si trova la situazione attuale è la” falsa rappresentazione “a cui si fa riferimento. Le vere statistiche, i fatti e il successo mondiale dell’omeopatia sono raramente rivelati. C’è sempre un tema per gli assalti, e raramente è l’intera storia raccontata elencando i molti casi in cui si è verificata una guarigione notevole. È quasi sempre una versione soggettiva, limitata, manipolata per adattarsi all’agenda del giornalista, derivante principalmente dalla loro spiccata incapacità di comprendere i principi omeopatici. Dire che non ci sono prove sull’efficacia dell’omeopatia è semplicemente non vero ed è grossolanamente fuorviante. Molte prove sono state fatte dimostrando esiti positivi ed è importante per il pubblico rendersi conto che sono state pubblicate molte ricerche omeopatiche significative (https://www.hri-research.org/) e molte altre sono in corso in altre organizzazioni. Gli studi, (RCT e altro) sono Gli studi (RCT e altro) sono spesso citati, sebbene invariabilmente sommersi dalla bomba dell’ignoranza, tipica della mentalità limitata degli scettici e dei detrattori, che non comprendono i diversi paradigmi medici e le conseguenti complessità. ‘( https://hpathy.com/homeopathy-papers/freedom-of-choice-balance-in-medicine/)

Quindi, in definitiva, Bruxelles ha respinto la richiesta spagnola di modificare la legge sull’omeopatia:

La Commissione europea non cambierà la direttiva sull’uso dei prodotti omeopatici nell’Unione. Il governo spagnolo ha chiesto di modificare il testo che regola questa terapia – le cui proprietà non sono approvate scientificamente – durante un incontro informale tenutosi a settembre a Vienna, considerando il regolamento in vigore “un rischio per la salute dei cittadini”. Bruxelles non condivide questa opinione e ha riferito che non rientra nei suoi piani di modifica. L’attuale quadro trova un equilibrio tra la garanzia della qualità e della sicurezza e l’informazione dei consumatori, compresi gli operatori sanitari “, ha dichiarato il commissario per la Salute Vytenis Andriukaitis. alle domande del deputato socialista José Blanco. “(Spain’s News.com/Society: 2018)

L’attuale situazione in Spagna rimane turbolenta ed è in corso; tuttavia, ritengo sia significativo che venga riportata la posizione presa a Bruxelles. Speriamo che questa piccola, anche se significativa decisione, sia la svolta di una marea, a nostro favore, in definitiva consentendo la libertà di scelta in ambito sanitario, supportata da migliaia di prove basate su prove e pazienti soddisfatti.

https://magicpillsmovie.com/brussels-rejects-spanish-request/?fbclid=IwAR0TyfYUI4zcVlRqeMIT-zwSbzW4deb5WLSnONpeo3kSQcpDhM2BSR1sXlc

References: