Replica del Presidente SIOV al Blog della Dott.ssa Lisa Signorile di National Geographic

logo siov4

Recentemente la Dott.ssa Lisa Signorile ha pubblicato sul suo blog l’orologiaio miope, legato alla rivista National Geographic (http://lorologiaiomiope-national-geographic.blogautore.espresso.repubblica.it/2015/12/12/come-nutrire-fido-e-fuffy-opinione-ragionata-di-una-biologa-non-dassalto/) , un commento personale dopo la puntata di report trasmessa da Rai 3 sul cibo industriale per cani e gatti.

Il blog della dott.ssa Signorile esprime una opinione riguardo all’omeopatia e al dr. David Bettio , Presidente della Società Italiana di Omeopatia Veterinaria. 

Per fare chiarezza e far emergere la professionalità e serietà con la quale i veterinari omeopati affrontano il loro operato a fare dei pazienti che hanno in cura, SIOV replica con questa lettera inviata alla redazione di National Geographic a quanto riportato dalla dott.ssa Signorile .

Leggi la replica SIOV risposta a National Geographic – Lisa Signorile


Testo:

Spett.le National Geographic,

preso atto delle considerazioni espresse e riportate sul vostro sito tramite il Blog L’orologiaio Miope della Dott.ssa Biologa Lisa Signorile, sono a richiedere la pubblicazione di quanto tecnicamente e scientificamente, in modo quotidiano, noi medici veterinari omeopati svolgiamo, nonché a concretamente specificare il modo e l’approccio della nostra professione medico veterinaria nei confronti dei nostri pazienti.  Specifico, in particolare, che l’utilizzo dell’omeopatia è Atto Medico sancito dal Codice Deontologico professionale e come tale viene esercitato da medici, veterinari e farmacisti.  Inoltre, per assicurare ai clienti una adeguata preparazione degli operatori sanitari nell’ambito dell’ omeopatia veterinaria, sono state pubblicate già da tempo dalla Federazione dell’ Ordine Professionale – Fnovi – le Linee Guida nelle quali sono elencati e riportati i requisiti minimi che un professionista deve fornire per assicurare al cliente una adeguata professionalità, in un ottica di tutela del paziente e trasparenza per il proprietario di animali.Inoltre, pur nel rispetto delle opinioni personali, è corretto ricordare che il farmaco omeopatico è regolamentato da Decreti Legislativi nazionali che fanno riferimento a normative europee che regolamentano tutti i farmaci. Quindi anche il farmaco omeopatico è considerato, a livello giuridico, un farmaco. Riporto ciò, non solo per dovere di cronaca, bensì allo scopo di portare a conoscenza di chiunque vi abbia interesse, l’essenza della nostra professione, dedizione, rispetto e cura dei nostri pazienti (cani, gatti, ecc.), nonché dei loro proprietari che, nella nostra professione, ripongono fiducia ed aspettative.

Parma, 17-12-15

Dr. David Bettio – Presidente della Società Italiana di Omeopatia Veterinaria