Archivi tag: omeopatia veterinaria

10° CONGRESSO NAZIONALE SIOV. PARMA, 26-27 OTTOBRE 2019

PULSANTE Cogresso 2019.pngLa S.I.O.V. – Società Italiana di Omeopatia Veterinaria – ha il piacere di annunciare il PROGRAMMA PRELIMINARE del il Congresso Scientifico che si terrà nei giorni di Sabato 26 e Domenica 27 Ottobre 2019 a PARMA.
10° CONGRESSO NAZIONALE SIOV
PARMA, 26-27 OTTOBRE 2019
Via XXIV Maggio, 15 – Parma
RESILIENZA: LA VIA OMEOPATICA”

 

programma preliminare delle relazioni

 

  • One Health e il cambio di Paradigma in Medicina Veterinaria – Prof. Lucia Francesca Menna (Università di Napoli)
  • Falco o pappagallo? Un caso clinico – Dr.ssa Cinzia Ciarmatori
  • La compliance nel caso clinico omeopatico, ovvero perchè (purtroppo), non sono tutti come la signora Luisella – Dr.ssa M. Cristina Stocchino
  • Approccio omeopatico in un allevamento di suini per affrontare olisticamente il problema dell’Antibiotico Resistenza in campo umano – Dr. Lorenzo Rossi
  • Triticum vulgare: studio repertoriale ed esposizione di un caso clinico con follow up a lungo termine – Dr.ssa Barbara Rigamonti

  • In equilibrio instabile – Dr.ssa Valentina Guidoboni

  • Da disequilibrio metabolico a disequilibrio energetico: medicina integrata in una stalla di bovine da latte in provincia di Modena” – Dr.ssa Francesca Socciarelli

  • Samuel Hahnemann, l’Omeopatia ed il rapporto con l’ambiente al giorno d’oggi – Dr. Pietro Venezia

  • O il protoccolo o la vita? – Dr. Andrea Sergiampietri.

  • Caso Clinico di dermatomiosite e megaesofago in un cane – Dr. David Bettio
  • Omeopatia Veterinaria: il percorso ad ostacoli della regolamentazione normativa – Dr. Alessandro Battigelli, Dr. David Bettio
  • Resisto dunque sono: storie di ordinaria resilienza omeopatica in veterinaria. Casi clinici di resilienza alle avversità della vita, agevolata dal rimedio omeopatico unitario. – Dr.ssa Maria Desiderata D’Angelo.
  • La specificità di Ferrum Phosphoricum. – Dr. Andrea Brancalion
  • La resilienza e la via della cura, un viaggio con gli Archetipi. Dr.ssa Maria Giovanna Luini (Ospite esterno)
  • Nuove vecchie verità nella medicina del terzo millennio – Dr.ssa Priscilla Sciarretta
  • Resilienza: superare il trauma. Studio di rimedi in cui il trauma è elemento significativo – Dr.ssa Marina Nuovo.
  • La relazione fa ammalare, la relazione guarisce: percorsi di resilienza di animali e dei loro umani di riferimento – Dr.ssa Barbara Rigamonti.
  • Valutazione dello stress ossidativo in un allevamento di bovine da latte – Dr. Maurizio Nascimbeni
  • Un piccolo rimedio per una patologia incurabile. Un caso di Lupus discoide – Dr.ssa R. Ricetti. 
Annunci

Seminario di Omeopatia Veterinaria a Napoli aperto a tutti. Sabato 15 Giugno 2019.

locandina smal NAPOLI

La SIOV in collaborazione con CEMON e LUIMO organizza un seminario informativo sull’Omeopatia Veterinaria aperto a tutti. La sede dell’evento è in Via Gramsci 18 a Napoli, sede delle prestigiosa associazione di Omeopatia Classica LUIMO.
PROGRAMMA:
9:30 Registrazione dei partecipanti
10:00 Introduzione ed apertura dei lavori: come una donna di scienza può incuriosirsi ed innamorarsi del paradigma dell’omeopatia – Chiar.ma Prof.ssa Lucia Francesca Menna
10:45 Omeopatia: cos’è e da dove viene – Dott. Roberto Orsi
11:30 Coffee break offerto da CEMON
12:00 Luoghi comuni sull’Omeopatia: sfatiamoli attraverso esempi clinici – Dott.ssa Barbara Rigamonti
12:45 Alcune buone ragioni per diventare omeopati – Dott.ssa Maria Desiderata D’Angelo
13:30 Pausa pranzo
14:30 Cos’è veramente il rimedio omeopatico? – Dott.ssa Maria Desiderata D’angelo
15:00 Omeopatia atto medico: la situazione normativa in Italia e in Europa – Dott. David Bettio, Dott. Roberto Orsi
15:30 La storia e le prospettive della Scuola SIOV – Dott. David Bettio, Dott.ssa Barbara Rigamonti
16:00 Il nostro lavoro quotidiano: racconti di esperienze cliniche in
Omeopatia veterinaria ed interazione con il pubblico – Dott.ssa Maria Desiderata D’Angelo, Dott. Roberto Orsi, Dott.ssa Barbara Rigamonti
17:00 Conclusione dei lavori
Per informazioni : info@luimo.org – 081.7614707

9° Congresso Nazionale SIOV. Parma, 10-11 Novembre 2018. Programma Definitivo.

 

 

programma 1

programma 2

QUOTA: Iscritti SIOV 170€. □ Non iscritti SIOV 240€. □ Iscritti Ordine Veterinari di Parma 150€.  Studenti soci 60€. □ Studenti non soci 90€. La quota Congressuale comprende i Break e il materiale didattico *I costi sono comprensivi di IVA.

CENA DI GALA : Sabato 10 Novembre ore 20,30  40 € (menù vegetariano-vegano-macrobiotico)

MODALITA’ DI PAGAMENTO: Bonifico Bancario intestato a: Società Italiana di Omeopatia Veterinaria – Via Giuseppino Pinotti, 7 – 43124 Parma. P.IVA 02580780340, presso Credit Agricole Cariparma.

Coordinate Bancarie: Codice IBAN IT58K0623012700000038298612.

Oppure in sede congressuale Sabato 10 Novembre 2018. In entrambi i casi inviare scheda di iscrizione, debitamente compilata, a segreteria.siov@gmail.com

Scarica la scheda di Iscrizione al CongressoScheda iscrizione PARMA_2018

Lettera SIOV a 30 Giorni, rivista ufficiale FNOVI

logo siov4Il numero di Maggio di 30 Giorni, il mensile del medico veterinario, organo ufficiale di informazione veterinaria di FNOVI ed ENPAV, è interamente dedicato alle medicine complementari.

Essenziale, chiaro e partecipato l’editoriale a firma del Pres. Gaetano Penocchio, in cui viene ribadito il concetto che esistono una sola salute e una sola medicina e che pregiudizio e facili ironie appartengono ad una comunicazione irresponsabile; in cui si fa appello alla Evidence Based Medicine e al diritto del sanitario di essere informato su tutte le possibilità terapeutiche, anche quelle che, in scienza e coscienza ( e “non per ignoranza, comoda consuetudine o pigrizia intellettuale”), non ritiene di prescrivere; in cui, infine, viene con netta evidenza sbugiardato il mito dell’acqua fresca, tanto caro ai detrattori delle medicine complementari.

Il dialogo medicine tradizionali e complementari deve esistere, deve continuare dove è stato avviato e deve nascere dove invece prevalgono le resistenze e i conservatorismi aprioristici.”

Ringraziamo il Presidente FNOVI per il suo editoriale e perché non si è mai negato al dialogo, all’interesse, al confronto; senza la sua presenza e la sua disponibilità le medicine complementari in veterinaria avrebbero avuto meno spazio, minore visibilità e non si sarebbero emancipate anche da un punto di vista normativo e politico.

Segue l’articolo della collega Dott.ssa R. Benini, che fa chiarezza sulla questione normativa, insiste sul concetto di One Health e di medicina integrata in cui le medicine complementari hanno un ruolo cardine, prosegue intervistando alcuni colleghi tra i più noti utilizzatori delle medicine complementari. Termina enfatizzando l’importanza della formazione in questo settore, che è un punto focale e di cui ci pregiamo di essere un fiore all’occhiello della veterinaria.

Da ultimo, l’articolo del Prof. G. Re, che ci ha lasciati invece perplessi e delusi. Spiace che il professore non si sia rivolto agli interessati, i colleghi impegnati da anni sul fronte delle medicine complementari, per acquisire quel materiale che forse avrebbe potuto fargli modificare alcune delle sue convinzioni e quindi delle conseguenti sue affermazioni. Recenti ricerche ( è di pochi giorni fa un seminario tenutosi a Bologna dal titolo Omeopatia, biologia, efficacia clinica. Alle basi della similitudine, ai cui atti rimandiamo) sembrano confermare che lo “stimolo o inibizione di recettori, trasduzione del messaggio, inibizione di enzimi o canali ionici” e tutto ciò che si scatena quando si introduce un farmaco/molecola nell’organismo animale possa avvenire anche in assenza della molecola stessa e che il “segnale” quindi possa essere anche slegato dalla massa fisica.

C’è poi un errore metodologico nelle affermazioni del Professor Re: è inesatto e riduttivo dire che secondo la medicinaHhahnemanniana l’effetto terapeutico aumenta proporzionalmente al diminuire della dose e per ogni diluizione si ottiene un potenziamento dell’azione. La scelta della diluizione è un atto terapeutico complesso, strettamente connesso alla prognosi, che non si può spiegare con questo semplice assunto (e infatti i corsi formativi in Omeopatia sono di almeno 3 anni). Si tratta in questo caso di una spiegazione superficiale legata ad un semplicistico luogo comune, a cui chi scrive un articolo non dovrebbe affidarsi.

Riguardo al numero di Avogadro, sempre invocato per inneggiare alla famosa ”acqua fresca” di cui sopra, è evidente ormai alla comunità scientifica che non sia un ostacolo, in quanto è ormai dimostrato che le diluizioni omeopatiche hanno un assetto biofisico differente se preparate a partire da una sostanza o se contenenti solo acqua diluita e dinamizzata; inoltre gli effetti biologici sono evidenti anche a diluizioni superiori alla 12 CH (oltre la quale le probabilità di trovare una sola molecola del principio attivo di partenza sono pressochè nulle), vedi gli studi condotti dal Prof. Bellavite, dal Prof Elia, dalla Prof Betti.

In realtà è proprio la fisica quantistica che sta dando ampiamente ragione agli omeopati!

E per quanto riguarda la meta-analisi del 2005, tanto cara ai detrattori dell’Omeopatia, è ormai assodato quanto fosse pilotata e viziata, fatto questo riconosciuto anche da studiosi lontani dall’Omeopatia. E su questo si trovano numerosi articoli, raccolti sul sito della Federazione delle Associazioni e dei Medici Omeopati http://www.fiamo.it

Sempre per iniziativa della FIAMO è stata finalmente realizzata la prima banca dati tutta italiana dedicata al settore, accessibile a chiunque voglia consultare le pubblicazioni più importanti e affidabili. Il database è consultabile all’indirizzo http://databaseomeopatia.alfatechint.com/ ed è un lavoro nato con l’obiettivo di rendere più facilmente accessibile la consultazione delle ricerche più importanti in omeopatia. Tale database raccoglie ben 1087 studi e revisioni su medicinali omeopatici pubblicati, indicizzati dal 1949 a oggi, afferenti all’intera letteratura medico scientifica a prescindere dall’esito. Tra questi, figurano 16 meta-analisi, 244 studi randomizzati in singolo o doppio cieco versus placebo o farmaco di confronto, ricerca di base chimico fisica, studi preclinici, revisioni sistematiche con meta-analisi, agro-omeopatia, ecc.

Esortiamo quindi tutti i Colleghi a cogliere il nostro invito accorato a riflettere con mente libera da pregiudizi sulla possibile risorsa rappresentata dal paradigma omeopatico per la nostra Professione proprio ora, nel momento in cui tutte le istituzioni sanitarie all’unisono segnalano un grave allarme in materia di antimicrobico resistenza; il futuro della medicina veterinaria non potrà esimersi dal guardare con attenzione ad ogni possibile strada che appaia diversa da quella che ci ha portato ai gravi problemi con cui oggi ci dobbiamo confrontare.

CD SIOV

SIOV APRE UNA NUOVA SEDE DELLA SCUOLA A NAPOLI

pulsante napoliCOMUNICAZIONE IMPORTANTE

SIOV ha il piacere di comunicare che aprirà una nuova sede del Corso Triennale in Omeopatia Veterinaria a Napoli per l’Anno Accadmico 2018-2019.

A breve saranno pubblicati tutti i dettagli del corso.

La Società Italiana di Omeopatia Veterinaria – S.I.O.V. – è una associazione senza fini di lucro che si propone di promuovere l’informazione specialistica, la formazione e la ricerca nell’ambito dell’omeopatia applicata alla veterinaria. Essa inoltre intende impegnarsi nella raccolta e divulgazione delle informazioni, fungendo da contenitore per le diverse esperienze e cassa di risonanza per i veterinari omeopati sparsi sul territorio italiano.

Clicca QUI per vedere i dettagli generali del Corso Triennale SIOV:

https://siov.org/2018/05/12/corso-formazione-di-base-triennale-di-omeopatia-veterinaria-siov-anno-accademico-2018-2019/

 

Call for papers 9° Congresso SIOV 2018

PULSANTE CALL FOR PAPERS NEWSOCIETA’ ITALIANA DI OMEOPATIA VETERINARIA
Sede Amministrativa: Via Giuseppino Pinotti n. 7 – 43124 Parma
www.siov.org
segreteria.siov@gmail.com
Parma, 9 aprile 2018
La S.I.O.V. – Società Italiana di Omeopatia Veterinaria, ha il piacere di annunciare il primo call for papers per il Congresso Scientifico che si terrà nei giorni Sabato 10 e Domenica 11 NOVEMBRE 2018 a PARMA presso IL CENTRO EGOCENTER KAIROS, via Alceste De Ambris n. 4 (sede della Scuola di Omeopatia veterinaria SIOV)
Il titolo del Congresso è:
OMEOPATIA: LA SCIENZA CHE CI CURA!”
Potranno essere proposti abstracts che attengano ai seguenti argomenti:
relazione terapeutica tra rimedio, malato e contesto
benessere animale e diritti degli animali
etologia e comportamento
vaccinazioni e problematiche iatrogene
problematiche nutrizionistiche
approccio sistemico agli ostacoli alla guarigione
revisione in chiave veterinaria della materia medica
revisione in chiave veterinaria del repertorio
casi clinici
ricerche originali.
Medici Veterinari, liberi professionisti e ricercatori in tutte le discipline correlate sono invitati a inviare i propri lavori sotto forma di abstracts. I lavori presentati dovranno essere originali (non pubblicati in precedenza).
I lavori saranno presentati sotto forma di relazioni estese o comunicazioni brevi o poster (in lingua italiana o inglese).
I relatori delle presentazioni orali saranno automaticamente iscritti al congresso, ovvero non saranno tenuti al pagamento di alcuna quota di iscrizione; usufruiranno inoltre di un pernottamento alberghiero nella notte precedente o successiva allo svolgimento della loro relazione, a loro discrezione e su richiesta da effettuare alla segreteria SIOV.
La deadline per la presentazione degli abstracts è il 30 giugno 2018.
Gli abstracts devono essere inviati come allegato via e-mail all’indirizzo:
segreteria.siov@gmail.com
Il formato richiesto per gli abstracts è Microsoft Word per Windows.
La durata delle presentazioni orali sarà di 35 minuti più 10 per le domande.
Non saranno accettati abstracts anonimi.
Ai partecipanti sarà comunicata l’accettazione del lavoro non oltre il 30 Agosto 2018.
Il lavoro completo dovrà essere inviato non oltre il 30 Settembre 2018. Ulteriori dettagli saranno dati con la notifica di accettazione.
Tutti i lavori saranno sottoposti in forma anonima, prima dell’accettazione, ad un triplice referaggio.
Ogni lavoro sarà valutato sia dal punto di vista scientifico, sia per l’originalità e la pertinenza agli argomenti del congresso.
Il limite di accettabilità di tutti i lavori del meeting sarà in accordo con i seguenti criteri di selezione:
rilevante merito scientifico
originalità/ interesse
varietà degli argomenti
Gli abstracts non conformi alle regole esplicate qui di seguito non verranno accettati dalla commissione.
Istruzioni per gli abstracts
Gli abstracts dovranno essere scritti in lingua italiana o inglese, non superare le 500 parole, escludendo il titolo, il nome dell’autore e l’indirizzo. Dovranno essere redatti con un programma compatibile con Microsoft Word. Le proposte dovranno consistere in ricerche o lavori non precedentemente pubblicati.
Tutti gli abstracts DEVONO includere le seguenti informazioni su pagine separate:
Il titolo completo del lavoro seguito dalle iniziali del nome e dal cognome degli autori (ma non dalla qualifica) e dall’indirizzo degli autori, su righe differenti.
Titolo centrato in maiuscolo e in grassetto.
I nomi degli autori dovranno essere centrati sotto il titolo, senza riferimenti alla qualifica.
L’indirizzo dovrà essere sotto al titolo.
L’autore da contattare dovrà essere indicato dopo l’indirizzo e dovrà essere indicato anche un indirizzo e-mail. Questo potrà anche non essere l’autore che presenterà il lavoro.
Indicare la preferenza tra:
Presentazione orale
Poster
Entrambi
Il testo dell’abstract (su pagina separata) dovrà comprendere: titolo, introduzione (compresi gli scopi del lavoro), materiali e metodi, risultati, discussione e conclusione. In questa fase, non è richiesta la bibliografia.
Si prega di non inviare abstracts se non si è intenzionati a partecipare al meeting. Al fine di equilibrare il programma, la commissione scientifica si riserva il diritto di limitare il numero dei lavori presentati dallo stesso autore.
Ci auguriamo di vedervi tutti a Parma
Un cordialissimo saluto.
Per il Consiglio direttivo della S.I.O.V.
Il Presidente, David Bettio
call for papers 2018

CALL FOR PAPER CONGRESSO INTERNAZIONALE SIOV 2017

logo siov4

CALL FOR PAPERS per il Congresso SIOV 2017

Parma, 20 Gennaio 2017

La S.I.O.V. ha il piacere di annunciare il call for papers per il congresso scientifico che si terrà nei giorni 28-29 Ottobre 2017 a Bologna presso Novotel Bologna Fiera, via Michelino n. 93.

Il Congresso del 2017 sarà a carattere Internazionale in collaborazione con IAVH (International Association for Veterinary Homeopathy) organizzazione che raggruppa i più importanti rappresentati dell’omeopatia mondiale. La IAVH (www.iavh.org) rappresenta infatti più di 30 Nazioni come il Belgio, Brasile, Danimarca, Germania, Inghilterra, Francia, Grecia, Italia, Canada, Olanda, Austria, Ungheria, USA, Svizzera, Scandinavia, Australia, Bulgaria, New Zealand, India, Giappone, Russia, Slovakia, Slovenia, Spania, Sud Africa, Repubblica Ceca e Turchia.

Questo evento avrà luogo all’interno dell’usuale Congresso Nazionale SIOV e interverranno i più blasonati e conosciuti veterinari esperti in omeopatia veterinaria a livello mondiale.

8° CONGRESSO INTERNAZIONALE SIOV-IAVH

28-29 OTTOBRE 2017

ONE HEALTH, ONE LOVE: THE ASSET OF VETERINARY HOMEOPATHY”

logo-congresso-2017_1

Potranno essere proposti abstracts che attengano ai seguenti argomenti:

  • relazione terapeutica tra rimedio, malato e contesto

  • benessere animale e diritti degli animali

  • etologia e comportamento

  • vaccinazioni e problematiche iatrogene

  • problematiche nutrizionistiche

  • approccio sistemico agli ostacoli alla guarigione

  • revisione in chiave veterinaria della materia medica

  • revisione in chiave veterinaria del repertorio

  • casi clinici

  • ricerche originali

Medici Veterinari, liberi professionisti e ricercatori in tutte le discipline correlate sono invitati a inviare i propri lavori sotto forma di abstracts. I lavori presentati dovranno essere originali (non pubblicati in precedenza).

I lavori saranno presentati sotto forma di relazioni estese o comunicazioni brevi o poster (in lingua italiana o inglese).

I relatori delle presentazioni orali saranno automaticamente iscritti al congresso, ovvero non saranno tenuti al pagamento di alcuna quota di iscrizione; usufruiranno inoltre di un pernottamento alberghiero nella notte precedente o successiva allo svolgimento della loro relazione, a loro discrezione e su richiesta da effettuare alla segreteria SIOV.

La deadline per la presentazione degli abstracts è il 31 maggio 2017.

Gli abstracts devono essere inviati come allegato via e-mail all’indirizzo: segreteria.siov@gmail.com

Il formato richiesto per gli abstracts è Microsoft Word per Windows.

La durata delle presentazioni orali sarà di 45 minuti comprensivo di 10 minuti per le domande. Il tempo della trattazione potrebbe subire delle modifiche in base a necessità legate all’organizzazione congressuale.

Non saranno accettati abstracts anonimi.

Ai partecipanti sarà comunicata l’accettazione del lavoro non oltre il 30 Luglio 2017.

Il lavoro completo dovrà essere inviato non oltre il 30 Settembre 2017. Ulteriori dettagli saranno dati con la notifica di accettazione.

Tutti i lavori saranno sottoposti in forma anonima, prima dell’accettazione, ad un triplice referaggio.

Ogni lavoro sarà valutato sia dal punto di vista scientifico, sia per l’originalità e la pertinenza agli argomenti del congresso.

Il limite di accettabilità di tutti i lavori del meeting sarà in accordo con i seguenti criteri di selezione:

rilevante merito scientifico

originalità/ interesse

varietà degli argomenti

Gli abstracts non conformi alle regole esplicate qui di seguito non verranno accettati dalla commissione.

Istruzioni per gli abstracts

Gli abstracts dovranno essere scritti in lingua italiana o inglese, non superare le 500 parole, escludendo il titolo, il nome dell’autore e l’indirizzo. Dovranno essere redatti con un programma compatibile con Microsoft Word. Le proposte dovranno consistere in ricerche o lavori non precedentemente pubblicati.

Tutti gli abstracts devono includere le seguenti informazioni su pagine separate:

Il titolo completo del lavoro seguito dalle iniziali del nome e dal cognome degli autori (ma non dalla qualifica) e dall’indirizzo degli autori, su righe differenti.

Titolo centrato in maiuscolo e in grassetto.

I nomi degli autori dovranno essere centrati sotto il titolo, senza riferimenti alla qualifica.

L’indirizzo dovrà essere sotto al titolo.

L’autore da contattare dovrà essere indicato dopo l’indirizzo e dovrà essere indicato anche un indirizzo e-mail. Questo potrà anche non essere l’autore che presenterà il lavoro.

Indicare la preferenza tra:

Presentazione orale

Poster

Entrambi

Il testo dell’abstract (su pagina separata) dovrà comprendere: titolo, introduzione (compresi gli scopi del lavoro), materiali e metodi, risultati, discussione e conclusione. In questa fase, non è richiesta la bibliografia.

Si prega di non inviare abstracts se non si è intenzionati a partecipare al meeting. Al fine di equilibrare il programma, la commissione scientifica si riserva il diritto di limitare il numero dei lavori presentati dallo stesso autore.

Ci auguriamo di vedervi tutti a Bologna per il Congresso Internazionale.

Un cordialissimo saluto . Per il Consiglio direttivo della S.I.O.V.

Il Presidente , Dr. David Bettio

scarica l'allegato della CALL FOR PAPERS call-for-papers-2017